Home Notizie Flash NO TAV/ Corridoio 5, binario morto

Calendario Eventi

Settembre 2014
L M M G V S D
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 1 2 3 4 5

I più letti

NO TAV/ Corridoio 5, binario morto PDF Stampa E-mail
No Tav - Noi
Scritto da coordanarchicisontini   
Domenica 20 Maggio 2012 22:10

Inchiesta de La Repubblica

Corridoio 5, binario morto

C'era una volta l'Alta velocità europea. Un sogno nato negli anni '90: unire i due estremi del continente con una grande rete di treni veloci. Quasi vent'anni dopo, il progetto stenta a decollare e deve fare i conti con la crisi e alcune defezioni. Viaggio sulla linea che (ancora) non c'è tra Lisbona e Kiev

Repubblica di LUCA RASTELLO

IL REPORTAGE 1

Da Lisbona a Kiev, sognando l'Alta velocità
Viaggio nell'Europa che aspetta la Tav

Da Lisbona a Kiev, sognando l'Alta velocità Viaggio nell'Europa che aspetta la Tav

Doveva, in teoria, unire l'oceano Atlantico con l'ultimo avamposto prima della Federazione Russa. Ma il grande progetto concepito negli anni '90, una linea ferroviaria che collegasse il Portogallo con l'Ucraina, oggi esce ridimensionato da crisi economica e contestazioni. Abbandonato il "Corridoio 5", il nuovo tracciato porta ora il nome di  "Corridoio mediterraneo", con un nuovo via da Algeciras, in Andalusia, al posto della capitale lusitana, che ha dato forfait pochi mesi fa. Intanto anche l'Ucraina sembra sfilarsi, e l'ultima tappa certa potrebbe diventare la più piccola e semisconosciuta Miskolc di LUCA RASTELLO


LA SCHEDA 2

Il progetto che doveva unire il continente
tramontato tra proteste e costi eccessivi

Nel 2005, l'allora ministro dei trasporti italiano Pietro Lunardi la definiva un'opera destinata "a portare sviluppo dove c'è degrado, comunicazione dove c'è desolazione". Ma a sei anni di distanza la linea resta ancora un miraggio, e la nuova strategia europea prevede ora una ragnatela di autostrade e ferrovie di media lunghezza, con un preventivo di spesa 500 di miliardi di Euro e la messa in esercizio entro il 2050


INTERATTIVO 3

Vecchio e nuovo percorso
I tracciati a confronto

Con le defezioni di Portogallo e Ucraina,  il nuovo "Corridoio Mediterraneo" vedrebbe un nuovo punto di partenza, la spagnola Algerciras, e due differenti direttrici iniziali. Una per i passeggeri attraverso Ronda, Cordoba e Madrid, l'altra per le merci, via Alicante e Valencia


LE IMMAGINI 4

Il caffè 'giramondo'
tra le città della superlinea

Come ne "Il Favoloso mondo di Amelie", abbiamo seguito il viaggio di una confezione da Lisbona a Kiev, lungo la rotta - ormai abbandonata - dell'ex corrodoio 5. Un viaggio tra Spagna, Francia, Italia, Slovenia e Ungheria
Il fotoreportage/ Le tappe del viaggio

Ultimo aggiornamento Domenica 20 Maggio 2012 22:26
 
 

Ultimi inserimenti